5 cose che

5 cose che – 5 canzoni 5 libri

Ogni settimana proporremo una lista di 5 “cose”: 5 libri, 5 film, serie tv, personaggi, attori ecc ecc. A proporlo non saremo soltanto noi perché invitiamo anche voi a prendere parte attiva nella rubrica, iscrivendovi al gruppo facebook “Blogger: 5 cose che…” Per altre informazioni vi rimandiamo al post di presentazione che potete trovare QUI
E ciao cari twinslettori!
Oggi è Venerdì quindi è tempo di…tutti insieme…5 COSE CHE… Olè!!
Appuntamento canterino quello di oggi: 5 canzoni 5 libri, ma anche malandrino dato che per fare le nostre scelte bisogna mettere la musica in riproduzione casuale e abbinare un libro ad ogni canzone. Quali canzoni ci saranno capitate? Non vi resta che leggere il post!
Quando ho visto questo tema/gioco ho pensato “Noooo, cioè, fighissimo!”. Poi ti capitano certe canzoni e…non è più così figo!
What’s up – 4 non blodes. Adoro questa canzone, mi dà la carica ogni volta che la ascolto sebbene non sia una canzone così “allegra”. Il primo libro che mi è venuto in mente è Dopo di te di Jojo Moyes. La canzone parla di un periodo di disperazione, confusione ed ho pensato a tutto quello che vive Louisa soprattutto nella prima parte del libro, quando “è successo quello che è successo” e perde l’ allegria e la spensieratezza che la contraddistinguevano.

Combattente – Fiorella Mannoia. Questa è una canzone che ho conosciuto da poco. Di solito non ascolto Fiorella perché…m’annoia. Ok, questa me la potevo risparmiare. No, sto scherzando, è una delle poche artiste italiane che seguo, anche se non con tanta costanza. Comunque! Come dicevo, ho scoperto la canzone da poco ma è già diventata una delle mie preferite. “Perché è una regola che vale in tutto l’universo/ Chi non lotta per qualcosa ha già comunque perso/ E anche se il mondo può far male/ Non ho mai smesso di lottare./ È una regola che cambia tutto l’universo/ Perché chi lotta per qualcosa non sarà mai perso…” Il personaggio a cui ho pensato ascoltandola è Katniss della saga di Hunger Games di Suzanne Collins, un vero simbolo della lotta per la libertà per se stessa ma anche e soprattutto per il suo popolo, una vera combattente!

Hey Jude – Beatles. Una canzone di incoraggiamento “Hey Jude, don’t make it bad/ Take a sad song and make it better”, scritta per confortare il figlio di Lennon nel momento del divorzio dei suoi genitori (almeno questo è la versione ufficiale) Il libro che mi è venuto in mente è Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Mark Haddon, un giallo con che ha per protagonista il quindicenne Christopher che soffre di una forma particolare di autismo ma che dimostra di avere una grande determinazione.
Enjoy the silence – Depeche mode. Questa è stata la canzone che mi ha fatto riflettere di più. E’ una delle mie preferite in assoluto e racchiude in se così tanti significati e sensazioni che è difficile darle una via a senso unico scegliendo un solo libro. Soffermandomi a leggere sul testo il primo libro che mi è venuto in mente è Orgoglio e Pregiudizio, “Words like violenceBreak the silence/ Come crashing in/ Into my little world/ Painful to me/ Pierce right through me/ Can’t you understand/ Oh my little girl”, E’ a causa di parole dette che si viene a creare astio tra i due protagonisti, che poi scoprono il grande amore che li lega “All I ever wanted/ All I ever needed/ Is here in my arms” ma sento che non sia il libro giusto. Ho pensato che per una canzone del genere ci vuole un libro con un significato più “universale” che non si fermasse all’amore uomo/donna e la soluzione me l’ha data il videoclip della canzone che è ispirato a Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry “In principio tu ti sederai un po’ lontano da me, così, nell’erba. Io ti guarderò con la coda dell’occhio e tu non dirai nulla. Le parole sono una fonte di malintesi. Ma ogni giorno tu potrai sederti un po’ più vicino…”

Concludo con la vera chicca di questo post: Non voglio mica la luna – Fiordaliso. Già è un mistero il perché una canzone così si trovi nella mia playlist, il vero problema è stato trovare un libro da abbinare!! Poi guardando tra i libri in libreria ho avuto l’illuminazione e mi sono immaginata Bella, della saga di Twilight di Stephenie Meyer che, in preda alla voglia di consumare  la sua relazione con Edward, dopo l’ennesimo rifiuto, non ce la fa più e…
“Non voglio mica la luuuuna, chiedo soltanto un momeeento…”
Ok si, forse un po’ forzato, ma ditemi quale libro avreste abbinato voi a questa perla della canzone italiana xD spero si colga l’ironia di questo abbinamenti!
Vi prego, ditemi che non sono l’unica che cantava “io vorrei, DEPILARMI per i fatti miei” e non defilarmi…come in realtà dovrebbe essere! (Ho avuto il “piacere” di scoprirlo leggendo il testo!!)
Gioia

Per me invece non è stato difficile come pensavo…certo, abbinare un libro ad una canzone richiede impegno e sicuramente tra quelli che ho scelto ce ne sarà qualcuno che avrà senso solo per me XD ma ok incominciamo…

La prima canzone che è partita scattando play è stata Istrice – Subsonica che ho abbinato a Cercando Alaska di John GreenLa figura di Alaska, agli occhi di Miles, appare misteriosa, attraente, avventurosa e selvaggia, così come la donna dal “cuore selvatico” citata nella canzone. Le parole del libro e della canzone, a mio avviso, si sposano alla perfezione descrivendo quasi la stessa affascinante figura di ragazza, vista dagli occhi di un ammirato ragazzo, ammaliata dalla sua rude bellezza.

La seconda traccia è Atto di fede – Ligabue che ho immediatamente associato a La ragazza delle arance di Jostein Gaarder. Il padre di Georg, alla sua morte, lascia al figlio, in eredità, una lettere scritta a cuore aperto dei suoi ricordi. Un resoconto della sua vita, di un amore intenso quanto misterioso. “E’ tutto scritto, ed è qui dentro, e viene tutto via con me”, scritto per sempre nel cuore, dove i ricordi sono incancellabili.


Terzo brano Faint – Linkin Park che ho associato a La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano. Debolezze. Quelle che Alice e Mattia si portano dentro da tutta la vita, che li ha messi di fronte a difficoltà spesso insormontabili. Alice e Mattia vivono esistenze parallele che ogni tanto, spinte dal caso o dalla volontà, si scontano e si mescolano.
Debolezza. Quella di non avere il coraggio di provare a vivere la propria vita insieme, come due numeri primi solitari.

The Pretender – Foo Fighters
e Il rumore dei tuoi passi di Valentina D’Urbano. Un’amicizia ruvida, difficile come il posto in cui Beatrice e Albrefo vivono. Un amore selvaggio, pieno, che è tutto fuorché un gioco. Un sentimento intenso ma che, alla lunga, porta all’autodistruzione.

Time is running out – Muse e L’amore bugiardo di Gillian Flynn. Una corsa contro il tempo, un amore malato, due persone insoddisfatte di sé stesse e del proprio partner, un gioco pericoloso, rischioso, al limite tra la vita e la morte. L’amore totalizzante e passionale che si trasforma in odio

Debora
E questo è tutto! Tocca a voi, divertitevi a giocare tra musica e libri!

19 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *