5 cose che

5 letture che mi hanno fatto ridere | 5 cose che

Eeee buongiorno Twinslettori!!
E’ finalmente Venerdììì yesss!! Questo significa che il weekend è alle porte e…5 cose che!!!
Oggi si parla di libri che mi hanno fatto ridere. Non so voi ma a me capita veramente di rado di sganasciarmi dalle risate, sorridere sì ma non ricordo un qualche sono ah ah ah durante la lettura di un libro se non in qualche eccezione che ho, ovviamente, inserito nella lista.

Probabilmente sono io che ho qualche problema o non ho incontrato ancora molti autori con cui ho avuto un certo coinvolgimento grazie al loro sense of humor!
Ho in programma la lettura di alcuni libri comici quindi probabilmente alla fine dell’estate questa lista potrebbe essere diversa ma, per il momento, queste sono 5 letture che mi hanno fatto ridere

Le Beatrici di Stefano Benni è una raccolta di 8 monologhi teatrali al femminile. 8 donne diverse si presentano e raccontano di sé. Non sono tutti comici, ce ne sono un paio che puntano a far riflettere con toni più drammatici ma alcuni monologhi/racconti sono davvero esilaranti, prima fra tutti quello che apre la raccolta e che le dà il nome in cui la voce narrante è Beatrice Portinari, la celebre musa di Canappione, come lo chiama lei, Dante Alighieri, decisamente diversa dall’idea che abbiamo di lei.

Anche la scorsa settimana ho citato Zerocalcare con Dodici e Dimentica il mio nome è infatti il suo secondo fumetto che leggo. Mi piace il suo senso dell’umorismo riesce a creare personaggi comici e buffi e forse i riferimenti alla cultura pop anni ’90 di cui sono ricchi i suoi fumetti riescono a creare un certo feeling e sicuramente maggior coinvolgimento nella storia.  Unica nota negativa di Zerocalcare è che a volte va un po’ per conto suo e devi cercare di stare al passo nei suoi viaggi mentali.
Quando penso a Zia Mame di Patrick Dennis non posso non farlo con un sorriso. Non tanto per il libro che, purtroppo, in più di qualche punto risulta essere un po’ monotono quanto per il personaggio che ha saputo creare che di monotono non ha proprio niente. Esilarante e brillante è la zia che tutti vorremmo come ho scritto nella recensione una ne pensa e 100 ne fa!
Il tema donne vs uomini è stato ampiamente e, forse, anche troppo discusso ma è uno di quegli argomenti che riesce sempre a suscitare ilarità, vuoi o non vuoi, ci sentiamo tutti inclusi. La parte vincente di Falsi principi azzurri di Lucia Bonelli, una sorta di piccolo manuale per aiutare le lettrici a stare alla larga dagli uomini sbagliati è la brevità: non si dilunga, va dritta al punto senza tanti giri di parole ma la vera chicca è il breve identikit che apre ogni capitolo che ci dà un’idea sul personaggio che andrà ad analizzare!
Della serie de L’allieva di Alessia Gazzola ho, per il momento, letto solo i primi tre L’allieva, appunto, Sindrome da cuore in sospeso e Un segreto non è per sempre e spero di recuperare presto anche gli altri. Alice è una protagonista comica e buffa ma quello che rende particolare il libro rispetto agli altri dello stesso genere è l’ambientazione. Di solito protagoniste così le vediamo lavorare in riviste di moda, in case editrici o produzioni cinematografiche…Alice no, è un medico legale! Quindi il rosa si tinge di giallo quasi al punto di non sapere se prevale l’uno o l’altro.
Quali sono le vostre 5 letture che vi hanno fatto ridere?
Prossimo appuntamento:
30 Giugno – I 5 più bei film tratti da libri

Ogni settimana proporremo una lista di 5 “cose”: 5 libri, 5 film, serie tv, personaggi, attori ecc ecc. A proporlo non saremo soltanto noi perché invitiamo anche voi a prendere parte attiva nella rubrica, iscrivendovi al gruppo facebook Blogger: 5 cose che… Per altre informazioni vi rimandiamo al post di presentazione che potete trovare QUI

22 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *