5 cose che

5 simboli del Natale: 1 libro, 1 film, 1 alimento, 1 canzone, 1 profumo | 5 cose che

Buongiorno lettori!!!
Con grande dispiacere vi dico che, ebbene sì, siamo giunti alla fine!
Cosa?! Della rubrica?!
Ma che avete capito!!! Delle feste!!! “L’epifania tutte le feste le porta via”…ci rimangono un paio di giorni e poi si torna alla totale quotidianità con, ovviamente, 5 cose che 😉
Rubrica che non vi ha abbandonato nemmeno durante tutto questo periodo di vacanza/permessi da lavoro/ pranzi, pranzetti, cenette, cenoni/ tombolate/ scambi di regali/ bische a casa di parenti ed amici. Ma anzi, abbiamo messo in piedi una serie di appuntamenti a tema…noi del “club” delle 5 cose che ci siamo davvero conciati per le feste!
5 libri che regalerei, 5 regali per amanti della lettura, 5 libri da regalare ai piccoli lettori, 5 libri che vorrei trovare sotto l’albero, 5 film di Natale preferiti e per concludere, con il post di oggi, facciamo un piccolo riassunto di quello che significa per noi “Natale”

Tra i libri e i film natalizi non ho nessun dubbio: il grande classico di Charles Dickens “Canto di Natale” e la sua versione cinematografica “A Christmas Carol” del 2009 rappresentano, per me, lo spirito natalizio. In particolare il film ce l’ho nel cuore ed è uno dei miei preferiti tra i film di animazione (non solo natalizi!)

La questione si fa più spinosa, invece, per quanto riguarda le canzoni. Sono una di quelle persone che a metà Novembre inizia ad ascoltare Michael Bublé e tutte le sue canzoni natalzie! Ma, ovviamente, tra le tantissime melodie a tema ce n’è una che vince su tutte…e non è di Bublé, o meglio non è propriamente di Bublé dato che anche lui ha fatto una sua versione e non è l’unico, dato che sto parlando del famosissimo brano “Astro del ciel” o meglio nella versione originale “Stille Nacht, heilige Nacht” o Silent Night, in quella inglese. È una canzone che mi ha accompagnata da sempre, dalle prime recite a scuola, agli anni di liceo (ricordo ancora quando l’abbiamo studiata nelle diverse lingue, tedesco compreso!), alle recite “dirette” da me con i piccolini dell’oratorio, fino ai Natali di oggi, la vigilia di Natale ormai da ormai tre anni è un must, (rivelazioni delle rivelazioni, canto nel coro della chiesa) e adoro la versione in cui abbiamo scelto di realizzarla: arpeggio con chitarra e voce solista (tranquilli, non sono io, non sono così brava ^^’) Per rendere onore al mio amato Michael inserisco la sua versione!
Anche per l’alimento non ho dubbi! Niente panettoni o pandori ma un dolce tipico della mia regione, il Lazio. In panpepato o pangiallo! Ogni paese o anche ogni famiglia ha la propria ricetta, quello che c’è di base sono la frutta secca, il miele e un po’ di farina. C’è chi mette il cioccolato (ecco il perché del colore scuro :P), i canditi, l’uvetta, il pepe. È tra i miei dolci preferiti, di sicuro tra quelli natalizi. Ed è solo quando mia madre li prepara che si può veramente iniziare a parlare di Natale!!!
Ed infine, il profumo che fa subito Natale, per me, è quello dei mandarini! Vivo in campagna ed ho la fortuna di avere un paio di piante di mandarino proprio sotto casa. Già da ottobre iniziamo a raccoglierli quindi ci accompagnano fino a Natale, periodo in cui sono presenti in tutte le tavolate, a casa ma anche fuori casa. L’odore di questi frutti è inconfondibile, un solo piccolo mandarino, riesce a farsi sentire per tutta una stanza.
Ed anche per oggi è tutto, un po’ mi dispiace mettere fine a questi post a tema ma, non preoccupatevi, Venerdì prossimo torniamo con un nuovo appuntamento della rubrica!
Fatemi sapere quali sono i vostri 5 simboli del Natale!!
Leggi anche il post di:
Ogni settimana proporremo una lista di 5 “cose”: 5 libri, 5 film, serie tv, personaggi, attori ecc ecc. A proporlo non saremo soltanto noi perché invitiamo anche voi a prendere parte attiva nella rubrica, iscrivendovi al gruppo facebook “Blogger: 5 cose che…” Per altre informazioni vi rimandiamo al post di presentazione che potete trovare QUI

19 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *