Recensioni

Appunti per un naufragio di Davide Enia

Appunti per un naufragio

di Davide Enia
 
letto da Davide Enia
 
Editore: Emons Italia
Regia: Paolo Girella
Durata: 5h 49m
Versione: audiolibro integrale
Pubblicazione: 15 ottobre 2018
Prezzo: 14.90€
ISBN 9788869863295

Sinossi.

Appunti per un naufragio è un libro urgente, che racconta ciò che sta accadendo nel Mediterraneo. Dopo aver frequentato Lampedusa per anni, Davide Enia ha messo insieme questi “appunti”, che serviranno a narrare l’epica, la storia, di chi dal mare è giunto. Dà voce alla realtà degli sbarchi, ai volontari, agli abitanti e alla stessa isola, teatro di un naufragio individuale e collettivo; e lo fa anche attraverso il rapporto con il padre e la malattia dello zio: perché di fronte allo sconcerto, allo sgomento pubblico e privato di questa testimonianza, le parole si inabissano, e bisogna trovare un nuovo modo di comunicare, di ascoltare, di non rimanere in silenzio.

“E’ la Storia che sta accadendo, Davidù.
No, aspè, mi correggo: non sta accadendo adesso, la Storia. 
Sono più di venti anni che accade.”

Recensione

E’ un’isola in cui gli elementi ti piombano addosso senza che nulla glielo impedisca. Non esistono ripari, si è trafitti dall’ambiente, attraversati dalla luce e dal vento.
Nessuna difesa è possibile.
Sono queste le pungenti parole che Davide Enia utilizza per descrivere Lampedusa, terra di contraddizioni ma terra di amore e sentimento.

Lampedusa è un contenitore di opposti.
Lampedusa, isola crudele e bonaria, terra di sbarchi continui dove il problema dell’immigrazione la fa da padrone.
Davide, tra passato e presente, racconta la sua esperienza ma dà voce a tutti i protagonisti, a tutti i personaggi che quotidianamente incontra sulla propria strada, senza chiudere gli occhi, volgere lo sguardo per non vedere ciò che accade.
Ogni traccia, ogni capitolo racconta una storia, un sentimento ad essa correlato, tracciando via via un quadro sempre più completo, uno sguardo per chi non conosce la situazione se non attraverso le immagini e le informazioni, spesso neanche troppo veritiere, che vengono dai giornali e dalla televisione.
Ma nessuno potrà mai comprendere completamente quali sono le immagini che ogni giorno scorrono davanti agli occhi degli abitanti di Lampedusa, ai soccorritori, ai volontari.
Ognuno di loro porta dentro di sé ricordi, sentimenti indelebili: ogni vita è sacra e si aiuta chi ne ha più bisogno.

Esseri umani che si portano dentro un intero camposanto.
 
Immagini crude si sovrappongono ai sentimenti più puri, racconti personali in cui rabbia, paura e sensi di colpa emergono come i corpi di chi non riescono a raggiungere l’agognata riva.
Melo, Paola, Simone, Alberto, Giuseppe e tanti altri, attraverso le proprie parole, descrivono uno scenario terribile: la paura del diverso, di chi non si conosce; l’indifferenza politica verso gli eventi che quotidianamente si succedono, “le cose si sanno ma si fa finta di non sapere”, la processione di barconi, i pericoli e i doveri del salvataggio, le immagini crude e spietate, le scelte lancinanti, la voglia di riscatto.
A volte edifichiamo muri senza neanche rendercene conto.
 
Ma Davide riesce a dare spazio anche a se stesso, alla figura di suo padre e alla malattia dell’amato zio Beppe.
L’amore che si sprigiona in tutte le relazioni umane è l’elemento costante nella vita di ognuno di noi.
Rimpianti, rimorsi, dolore, tutto si supera, tutto è in costante divenire.
Eravamo due pagine distinte, vergate dalla stessa grafia.
 
Suo padre, così silenzioso, così pragmatico.
Ma anche lo specchio dove ritrovare se stesso, la sensazione di non essere mai solo al mondo perché c’è qualcuno che ci assomiglia, da cui abbiamo preso il meglio e il peggio, elaborandolo e facendolo nostro.
In tutti i racconti che compongono la storia si evince un’estrema durezza, la difficoltà che però rende profonda e reale ogni situazione.
Attraverso una narrazione fluida e una voce limpida ma allo stesso tempo trepidante, le ventisette tracce di cui si compone l’audiolibro lo rendono estremamente semplice e chiaro da seguire.
Ringrazio l’autore, Davide Enia, e la casa editrice, Emons, per avermi dato la possibilità di immergermi a pieno in una realtà così cruda e attuale ma estremamente toccante.
Buona lettura!
L’autore.
Davide Enia (Palermo, 1974) è un drammaturgo, regista, attore e romanziere, autore e interprete di Italia-Brasile 3 a 2, Scanna, I capitoli dell’infanzia, per i quali vince i più importanti premi del teatro italiano. Per Rai Radio 2 realizza il radiodramma Rembò. Ha pubblicato i romanzi Così in terra e Appunti per un naufragio – Premio Anima Letteratura 2017 e Premio Mondello 2018 – da cui ha tratto L’abisso, opera teatrale che porterà in giro per tutta Italia.
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *