5 libri che mi sono entrati nel cuore

Ciao lettori e buon Venerdì!! In casa Twins c’è aria di cambiamenti, questo infatti potrebbe essere uno degli ultimi post qui, stiamo pensando ad un trasferimento ma ancora tutto work in progress, diciamo che abbiamo iniziato a preparare gli scatoloni 😀 Ma parliamo del post di oggi. Venerdì, vuol dire…5 cose che! Dopo aver messo da parte per un po’ (ma solo per un po’), i  nostri amati libri, li riprendiamo in mano dedicandoci a quei libri che ci hanno emozionato, ci hanno fatto soffrire, sorridere quei libri che, anche se forse non perfetti, in un modo o nell’altro, occupano un posto speciale e si sono fatti distinguere tra i tanti libri che leggiamo, insomma protagonisti di oggi sono 5 libri che mi sono entrati nel cuore.


Due di due di Andrea De Carlo
Ho trovato questo libro su una bancarella, anni fa e l’ho letto senza sapere nulla a riguardo. È uno di quei libri che porto dentro, si concentra sul periodo dell’adolescenza ed il difficile passaggio al mondo degli adulti con dei personaggi unici, che rimangono impressi nella mente anche dopo anni. Emozionante.
 
Stoner di John Williams 
Si è parlato molto di questo romanzo negli ultimi anni, io l’ho recuperato solo lo scorso anno. Non sono ancora riuscita a scriverne una mia opinione, mi piacerebbe rileggerlo per cercare di dare una direzione a tutte le sensazioni provate durante la lettura. Sembra quasi che per tutto il romanzo succeda poco o nulla, in realtà, senza quasi accorgerci siamo entrati a poco a poco nell’animo del protagonista, nella sua profondità.
Dimentica il mio nome di Zerocalcare
Ogni tanto cito Zerocalcare perché sì, Zerocalcare è sempre cosa buona e giusta. Tra tutti i libri che ho letto, quello che occupa un posto speciale è Dimentica il mio nome, tra gli argomenti principali c’è la perdita della nonna e sarà che l’ho letto proprio dopo aver affrontato proprio una perdita così difficile che mi ha particolarmente colpito.
Zerocalcare, prima o poi ti incontrerò e ti stringerò la mano. Nel frattempo mi accontento della piccola dedica che è riuscita a farmi fare mia sorella, visto che sabato scorso è riuscita ad incontrarlo! Io sto ancora rosicando! Ma dalle sue parole ho capito che è proprio come appare nelle sue storie, uno di noi!
Quello che gli altri non vedono di Virginia MacGregor
“È raro trovare un romanzo che riesca a farti ridere, piangere e che ti faccia amare così tanto i suoi personaggi.” Questa è una frase che viene riportata in quarta di copertina e che riassume benissimo il mio pensiero su questo romanzo che, in qualche modo è legato al tema del libro di Zerocalcare, anche qui infatti alla base c’è il rapporto tra Milo, il bambino protagonista e sua nonna, un rapporto speciale, profondo. Potete leggere qui la recensione.
l'uomo che metteva in ordine il mondoL’uomo che metteva in ordine il mondo di Fredrik Backman
 
Quella di questo libro è una delle prime recensioni qui sul blog, l’ho letto per caso, mi è stato consigliato da mia sorella. A primo impatto il tema trattato non è così semplice, si parla infatti di suicidio. In realtà la storia Ove si rivelerà quasi comica, visto che il mondo si mette di traverso, con i  bastoni fra le ruote, pur di non fargli commettere il terribile gesto. Pagina dopo pagina ci facciamo strada nel cuore di Ove che sembra duro e impenetrabile ma sotto quella corazza c’è ancora molta tenerezza.

 

Tra i tanti, questi erano i miei 5 libri che mi sono entrati nel cuore. Ne avete letto qualcuno? E quali sono i vostri 5 libri che avete nel cuore?
Gli argomenti di Aprile:
Ogni settimana proporremo una lista di 5 “cose”: 5 libri, 5 film, serie tv, personaggi, attori ecc ecc. A proporlo non saremo soltanto noi perché invitiamo anche voi a prendere parte attiva nella rubrica, iscrivendovi al gruppo facebook “Blogger: 5 cose che…” Per altre informazioni vi rimandiamo al post di presentazione che potete trovare QUI




10 thoughts on “5 libri che mi sono entrati nel cuore

  1. Libri dai temi importanti, insomma, che non possono non farti riflettere. "L'uomo che metteva in ordine il mondo" è tra tutti quello che più mi ispira e che entra in wish list.

  2. "Quello che gli altri non vedono" è nella mia wishlist da un po', mentre di Backman vorrei leggere "Mia nonna saluta e chiede scusa". Non pensavo che "Stoner" fosse così bello, non mi ha mai ispirato molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *