5 cose che

5 libri che ho fatto fatica a terminare

Buon pomeriggio!
Nuovo appuntamento con la rubrica 5 cose che, il primo dopo un periodo di assenza ma, soprattutto, il primo sul nuovo blog!

Oggi si parla di libri che abbiamo fatto fatica a terminare. Nel tempo ho cambiato le mie abitudini, in passato chiudevo un libro che non mi piaceva molto più facilmente. Adesso, invece, seppur con difficoltà cerco di portare sempre a termine le mie letture, anche se continua a non impormelo. Un po’ per questo motivo, ci sono quei libri per cui stentiamo un po’ ad arrivare alla fine.

Ecco quindi 5 libri che ho fatto fatica a terminare:

Cent’anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez

Oggi, 6 Marzo, ricorre l’anniversario della nascita di Marquez ed io lo inserisco in questa lista, probabilmente non è il modo migliore per celebrarlo…
8 o 9 anni fa, un mio amico mi ha parlato di questo libro con un entusiasmo tale da convincermi subito a leggerlo. Per me, invece, non si è rivelata una vera e propria passeggiata di piacere, la lettura è stata confusionaria, tutti i nomi della famiglia Buendìa, molto simili tra loro non hanno aiutato, ho pensato più volte di abbandonarlo ma i “vedrai che ti piacerà, vedrai che ti piacerà” mi spingevano a continuare nonostante tutto.

Il maestro e Margherita di Michail Bulgakov e Delitto e castigo di Dostoevskij

Li inserisco insieme visto che la motivazione è la stessa per entrambi. Il mio primo approccio con la letteratura russa è stato con Le notti bianche di Dostoevskij scelto per, lo ammetto, la sua brevità. Mi ha coinvolto talmente tanto che l’ho divorato in un paio d’ore. Spinta da questo mi sono decisa a leggere Delitto e castigo prima e, successivamente, Il maestro e Margherita grazie ad un gruppo di lettura. Mi sono piaciuti entrambi, seppur diversi tra loro, ma non possono non nascondere che non è stato semplice affrontare lo stile dei due autori.

Diari di Sylvia Plath

Da quando ho letto La campana di vetro, sono rimasta affascinata da Sylvia Plath. Per entrare nella sua intimità ho voluto leggere i suoi Diari. Ma, com’era intuibile anche solo conoscendo appena la sua storia, non si è rivelata una lettura semplice ma non intendo questo libro in questa lista in un senso negativo. Nei suoi diari, la Plath raccoglie appunti della sua quotidianità, degli eventi che la riguardano direttamente o persone a lei vicine ma anche le sue considerazioni personali, tutti i suoi dubbi, le paure, le ansie. Il ritratto che ne esce fuori è quello di un’anima tormentata e tutto questo tormento non è semplice da “reggere” anche da parte di chi legge. Nonostante questo credo siano necessari se si vuole entrare in contatto con l’anima della Plath.

Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani

Ho letto questo romanzo qualche tempo fa e ricordo che, nonostante la brevità, ho impiegato un po’ di tempo per riuscire a portarlo a termine. Quello che ha rallentato la lettura è stato lo stile dell’autore, soprattutto l’utilizzo di periodi lunghi.

Quali sono i libri che avete fatto fatica a terminare?

Gioia

I prossimi appuntamenti:




Ogni settimana proporremo una lista di 5 “cose”: 5 libri, 5 film, serie tv, personaggi, attori ecc ecc. A proporlo non saremo soltanto noi perché invitiamo anche voi a prendere parte attiva nella rubrica, iscrivendovi al gruppo facebook “Blogger: 5 cose che…” Per altre informazioni vi rimandiamo al post di presentazione che potete trovare QUI


Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *