Recensioni

La verità nel sangue di Fabia Romano

Editore: Youcanprint
Data di pubblicazione: 29 novembre 2019
Pagine: 156
Prezzo e-book: 0,99€
Prezzo di copertina: 6,50€

Link per l’acquisto

Sinossi.
[…In ginocchio davanti a quella che era la mia vita, mi ritrovo a chiedermi chi possa aver fatto tutto questo e perché. Cosa diavolo sta succedendo? Sono mesi che qualcuno mi sorveglia a distanza, ne sono certo, e ora questo scempio delle mie poche certezze. Qualcuno mi sta strappando le radici, una ad una, smantella diabolicamente i pochi riferimenti che sono riuscito a costruire con tanta fatica, terrorizza il mio presente con mezzi subdoli eppure per quanto mi sforzi non riesco ad immaginare alcuna valida motivazione per giustificare tutto questo accanimento, non visualizzo viso nemico alcuno. …]
Cosa si nasconde in un passato perduto?
Noel un antiquario quarantenne inaspettatamente deve fare i conti con le proprie origini. Si ritrova suo malgrado coinvolto in un thriller psicologico vorticoso, districandosi in un crescendo di situazioni scomode, tra misteri, cimeli antichi ed un labirintico maniero.
La sua avvincente avventura lo porterà a guardare in faccia il suo passato e sfidare le sue più profonde paure.


In un paese ai piedi del Viso Noel Buonavita siede al tavolo del bar di Helga quando all’improvviso viene avvicinato dal suo amico Aldo Broglia Gancia, antico rampollo di un’antica famiglia ormai caduta in disgrazia.
Aldo chiede a Noel di pagare per suo conto il deposito all’asta giudiziaria prima che scada il termine per appropriarsi di Villa Calavani, meglio conosciuta con l’appellativo di Villa Fantasma.
Noel è un antiquario di professione e sa valutare quello che l’antica villa può offrire. Villa Calavani è infatti una cascina di caccia della seconda metà del 700 per volere del primo Conte Federico Calavani. Decide quindi di acquistarla con la promessa che, appena possibile, Aldo diventi il proprietario e Noel riceva indietro la cifra anticipata.
Incuriosito dalla possibilità di trovare qualche cimelio nascosto, appena ricevute le chiavi, Noel decide di ispezionare la casa ma è costretto a rientrare dopo una chiamata dei suoi amici nel quale lo informano di uno strano episodio.

Qualcuno mi sta strappando le radici, una ad una, smantella diabolicamente i pochi riferimenti che sono riuscito a costruire con tanta fatica, terrorizza il mio presente con mezzi subdoli eppure per quanto mi sforzi non riesco ad immaginare alcuna valida motivazione per giustificare tutto questo accanimento, non visualizzo viso nemico alcuno.

Noel, obbligato a lasciare casa e negozio dopo un misterioso incendio, si rifugia provvidenzialmente tra le pareti di Villa Fantasma. Ma c’è qualcosa di strano ed indefinito: la villa è un deposito di dettagli curiosi e stravaganti come ad esempio il labirinto del giardino che si sposta ogni giorno creando combinazioni diverse oppure la singolare macchia sulla parete che appare solo in presenza di Noel e che risulta essere in realtà una mappa della casa. Quale sarà l’oscuro passato della villa? Cosa si nasconde tra le sue mura?

Villa Fantasma” comincia a darmi un’idea evidente del perché si è guadagnata tale appellativo. E’ una schiva signora, che prima ti lusinga poi si ritrae, celando con cura le sue grazie. Mostra ninnoli luccicanti per accendere la curiosità, ma nasconde bene i suoi più preziosi tesori diventando inviolabile nel momento saliente, accrescendo il desiderio di esplorazione fino al culmine.

La verità nel sangue è una lettura coinvolgente e misteriosa, un vero dipinto nel quale si mescolano generi differenti fino a creare una tela variegata ed indefinita.
Le peripezie che Noel vive sono soprattutto avventure mentali e psicologiche, una serie di enigmi che vanno risolti con perspicacia e determinazione mettendo a nudo i propri sentimenti, spesso inconsciamente.
Tutti i personaggi che il lettore incontra durante la narrazione nascondono un segreto, piccole grandi rivelazioni in grado di ricomporre un puzzle ben più grande e variopinto.
La narrazione, a tratti aulica, ma allo stesso tempo fluida e scorrevole, è ricca di descrizioni accurate soprattutto dell’ambiente nel quale si svolgono gli eventi rendendo Villa Fantasma la protagonista indiscussa dell’opera.

Intriganti vicende si alternano a pensieri confusi e scombinati ma fanno crescere nel lettore la curiosità nell’attesa del finale.
Per arricchire un lavoro così variegato, al termine di ogni capitolo si trovano delle opere a colori realizzate da Sergio Marino ed Antonella Peresson.

Ringrazio l’autrice, Fabia Romano, per avermi dato la possibilità di leggere il suo lavoro.

Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *