5 cose che

5 libri da leggere in vacanza

Il Buon Lettore aspetta le vacanze con impazienza. Ha rimandato alle settimane che passerà in una solitaria località marina o montana un certo numero di letture che gli stanno a cuore e già pregusta la gioia delle sieste all’ombra, il fruscio delle pagine, l’abbandono al fascino di altri mondi trasmesso dalle fitte righe dei capitoli. Nell’approssimarsi delle ferie, il Buon Lettore gira i negozi dei librai, sfoglia, annusa, ci ripensa, ritorna il giorno dopo a comprare; a casa toglie dallo scaffale volumi ancora intonsi e li allinea tra i fermalibro della sua scrivania.

Scriveva così Italo Calvino e, in fondo, tutti i lettori ci ritroviamo almeno un po’ nelle sue parole. Anche per i lettori più assidui, chi ha il tempo per leggere quotidianamente, trova che la lettura durante le vacanze abbia un sapore diverso. Avere più tempo significa godersi ancora di più la lettura.

Oggi, in questo nuovo appuntamento con la rubrica, 5 cose che, parliamo di libri da leggere in vacanza. Ma quali sono i libri adatti alla lettura in vacanza? Non ci sono ovviamente regole, le letture sono estremamente soggettive. Che siano libri “da leggere in vacanza”, libri da leggere “sotto l’ombrellone”, in riva al lago, libri da leggere in cima alla montagna, da mettere in valigia o da leggere semplicemente restando sul divano o sul balcone, tutto dipende dal gusto personale. Quello che facciamo è, come ogni volta d’altronde, dare spunti e idee di lettura (e allungare così le nostre wishlist). Bando alle ciance ecco la cinquina di oggi.

Scrivimi ancora di Cecelia Ahern

Ho letto questo romanzo diversi anni fa, dopo averne sentito parlare molto bene. Per anni ho letto quasi esclusivamente romanzi rosa, non credo che il libro della Ahern possa considerarsi un capolavoro della letteratura ma penso invece che possa ben adattarsi alla voglia di letture più leggere. Inoltre è un romanzo epistolare composto dalle lettere, messaggi e email che i due protagonisti si scambiano. È un tipo di romanzo che trovo particolarmente coinvolgente e rende la lettura ancora più scorrevole, così anche in Scrivimi ancora.

Il giardino degli incontri segreti di Lucinda Riley

Ogni tanto spunta qualche romanzo della Riley, autrice di cui ho, anzi abbiamo, molti dei suoi romanzi. Come ho già avuto modo di dire, il bello dei romanzi di quest’autrice è il saper unire il presente al passato, molte delle sue storie, infatti, ambientate nel presente, si ricollegano, in qualche modo, con una storia passata, incrociandosi. Inoltre si sviluppano, in genere, anche in ambientazioni geograficamente diverse. In questo modo ci riescono a far viaggiare nel tempo e nello spazio.

Il libro dei Baltimore di Joel Dicker

Qualche estate fa mi ha accompagnato la lettura di La verità sul caso Harry Quebert, il romanzo più conosciuto di Dicker. Adesso chissà dove si trova, visto che la signora a cui l’ho prestato dice che “no no, io non ce l’ho”…a parte questo i suoi romanzi riescono bene a coinvolgere nella lettura e credo siano perfetti per chi voglia staccare la mente addentrandosi nella narrazione. In questo caso un bel mattoncino, visto che si tratta di un libro di 587 pagine ma molto avvincente!

La briscola in cinque di Marco Malvaldi

Un giallo italiano, ricco di umorismo toscano. Protagonisti un gruppetto di vecchietti alle prese con l’indagine di un omicidio. Un romanzo molto piacevole da leggere e un libro molto pratico da portare in giro!

Via dalla pazza folla di Thomas Hardy e Anne di Tetti Verdi di Lucy Maud Montgomery

Potevo non citare qualche classico? Le vacanze possono risultare molto utili per chi vuole dedicarsi alle grandi storie classiche che, non per forza sono complicate da leggere o noiose! Mi sono venuti in mente due romanzi e, non sapendo qualche scegliere, ho deciso di fare un piccolo strappo e inserirli entrambi. Il primo è la storia del fittavolo Oak e del suo amore ardente per Bathsheba, il secondo vede protagonista Anne che tutti, tra serie televisive animate e non, abbiamo imparato a conoscere. Anche se, la Anne originale è diversa rispetto all’immagine che in genere ci facciamo e questo romanzo, in particolare questa edizione Lettere animate, ci fa scoprire il suo dolce animo. Quello che entrambe le storie hanno in comune è la capacità di trasportarci in un’altra epoca.

Quali sono, secondo voi, i libri da leggere in vacanza? Fuori i titoli, così allunghiamo per bene le nostre wishlist!

Gioia

I prossimi appuntamenti:

Ogni settimana proporremo una lista di 5 “cose”: 5 libri, 5 film, serie tv, personaggi, attori ecc ecc. A proporlo non saremo soltanto noi perché invitiamo anche voi a prendere parte attiva nella rubrica, iscrivendovi al gruppo facebook “Blogger: 5 cose che…” Per altre informazioni vi rimandiamo al post di presentazione che potete trovare QUI

0 Condivisioni

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *