Recensioni

Le avventure di Mas di Francesco G. Infuso

Editore: Albatros
Data di pubblicazione: Ottobre 2020
Pagine: 319
Prezzo di copertina: 17,50€

Link per l’acquisto

Sinossi.
Mas si ritrova improvvisamente in una sorta di al di là dantesco dove deve affrontare i propri limiti, ma soprattutto Paura, che gli ha impedito di vivere la vita che avrebbe voluto vivere, nell’impossibilità di realizzare i propri sogni. Tre fiere terribili – una tigre, un’aquila, un serpente – e orde di ombre malefiche, ma anche elfi e giganti gentili in una fiaba nera, dove niente è come appare, che lascerà con il fiato sospeso per i prodigi narrati, le continue lotte tra il bene e il male, ma che è ben più di un’avventura, è soprattutto il viaggio nella propria anima per conoscere le proprie debolezze, fronteggiarle e poter finalmente essere padroni del proprio destino.

Mas, a primo sguardo, è un ragazzo comune, ordinario, dai grandi occhi color nocciola. Mas però è custode di un segreto che tiene dentro di sé per paura del giudizio altrui.
Ogni giorno il ragazzo si alza senza sapere quale sarà la personalità del giorno, il suo animo infatti assume continuamente differenti identità, senza dargli tregua. Il cambiamento si manifesta soltanto nell’atteggiamento e non nel fisico.

Un giorno come tanti Mas viene incaricato da suo padre, il falegname della zona, di trasportare delle tavole al paese limitrofo.
Ma quello che Mas non sa è che l’incontro fortuito con l’elfo Rido cambierà per sempre la sua vita.

Durante la notte dello stesso giorno il ragazzo viene svegliato da una presenza in penombra nella stanza che gli dice di chiamarsi Mas.
Mas è incerto, dubbioso.
Chi è quello strano tipo che si è introdotto a casa sua e si spaccia per lui?
Quanto può fidarsi?

Mas, per una volta nella vita, decide di rincorrere le proprie insicurezze per trovare una possibile soluzione, rispondere alle domande che da sempre attanagliano il suo animo.
Il suo futuro e la Speranza si trovano dietro i muri di una casetta alle porte del bosco immersa in una coltre di alberi in fiore.
Il guerriero, suo cicerone e accompagnatore, lo incoraggia ad entrare, a scavalcare quel muro di titubanza e timore, per scoprire cosa si nasconde all’interno.

Un folto gruppo di individui è intento a svolgere le proprie mansioni con passione e dedizione.
Chi sono tutte quelle persone? Cosa stanno facendo?
Capo Il guerriero spiega a Mas che si trovano nel regno della sua anima e che tutti coloro che vi si trovano all’interno, con uno sguardo attento e vigile, hanno una certa familiarità con Mas stesso. Ognuno ha i suoi tratti caratteristici, ma tutti fanno capo alla stessa stessa anima, quella di Mas.

[…] ogni essere umano ha dentro di sé molteplici personalità. Ogni uomo, al momento della nascita, ha di fronte a sé la reale possibilità di diventare chiunque voglia: un attore, un pittore, un dottore, un guerriero. Questo è straordinario e bellissimo!

Mas è messo di fronte alla verità, senza illusioni.
Quello che gli viene richiesto è di mettersi finalmente in gioco, affrontare i propri limiti e sconfiggere una volta per tutte Paura, quella Paura che gli ha più volte impedito di vivere la vita come vorrebbe, finalmente libero di trovare la propria determinazione nell’affrontare i propri sogni.

La paura di cui ti sto parlando ora è tanto potente quanto irreale: è la paura di non farcela, la paura di non essere abbastanza, la paura di vivere e morire soli e abbandonati, la paura che tutto finisca da un momento all’altro. Questa paura, così subdola e celata ai più, è la fonte di ogni tua sventura, è la paura più irreale ma anche la più dominante.

Le avventure di Mas è una lettura intensa, travolgente.
Un racconto che diviene una fiaba, nel quale gli elementi fantasy si mescolano a sentimenti ed emozioni reali, una tela di possibilità e speranze, in un viaggio attraverso sé stessi.

Mas, fragile e timoroso, prende le redini della propria vita.
Ognuno di noi si può facilmente rispecchiare nelle sue paure, nei suoi pensieri di non farcela, attanagliato da forze oscure che spesso vengono proprio dalla nostra mente.

E’ attraverso la Speranza e alla sua volontà di far emergere a pieno la sua persona che Mas trova la strada da intraprendere, quella che lo porterà alla vittoria o alla sconfitta, finalmente padrone di sé stesso, protagonista indiscusso della sua vita.

Quando sarai di fronte a Paura […] potresti sentirti sopraffatto, addirittura sentirti morire. Ma ricorda, soprattutto allora, sull’orlo del baratro: un solo passo in avanti ti infonderà il coraggio necessario per modificare il tuo essere profondamente. Allora ciò che potrebbe accadere potrebbe essere sorprendente, straordinario.

Tutti i personaggi che il ragazzo incontrerà durante il suo viaggio saranno fondamentali per la sua crescita interiore, quella che, tra sconfitte, fallimenti, vittorie e successi, lo porterà ad essere l’uomo forte e determinato che ha sempre sognato di essere.

Attraverso uno stile ricercato e forbito la narrazione risulta estremamente lineare e scorrevole dando vita ad una trama fervente e profonda.

Ringrazio l’autore, Francesco Giovanni Infuso, per avermi dato la possibilità di leggere il suo lavoro.

Buona lettura!

L’autore.
Francesco Giovanni Infuso è nato a Roma dove si è diplomato presso il Liceo Classico Anco Marzio.
Animato da una profonda esigenza di conoscere e sperimentare, si è cimentato con serietà e impegno in varie attività conoscitive e lavorative, acquisendo competenze e maturando una considerevole conoscenza del mondo del lavoro e dei rapporti interpersonali.
Amante da sempre della letteratura, ha iniziato a scrivere già in tenera età, attingendo prevalentemente alla sua fantasia e alle tematiche del suo mondo interiore.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *