5 cose che

I miei 5 libri preferiti

Nuovissimo appuntamento con la rubrica del Venerdì 5 cose che. Oggi si parla di cose belle, non solo di libri ma di libri preferiti. Sceglierne 5 non è stato semplice ma, devo essere sincera, inaspettatamente nemmeno così difficile. Alcuni sono i miei preferiti da sempre, altri sono entrati in questa lista da meno tempo. Bando alle ciance, ecco i miei 5 libri preferiti!

Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen

Inizio da quello più “datato”, non solo perché è stato pubblicato nel 1813 ma anche perché l’ho letto ormai da una quindicina d’anni ed è stato amore a prima lettura…e poi alla seconda, e alla terza. Uno dei pochissimi libri che io abbia riletto più volte, davvero un’eccezione.

Stoner di John Williams

Parlando di colpi di fulmine letterari non posso non citare Stoner, sia come romanzo sia come protagonista. Sembra quasi che per tutto il romanzo succeda poco o nulla, in realtà, senza quasi accorgerci siamo entrati a poco a poco nell’animo del protagonista, nella sua profondità.

Leggere Lolita a Teheran di Azar Nafisi

I libri che parlano di libri hanno sempre una marcia in più. Azar Nafisi ne ha un bel po’ di marce in più. Leggere Lolita a Teheran è un libro in cui al centro c’è la letteratura. Azar Nafisi prende spunto dalla sua esperienza come professoressa in Iran per mostrarci come, durante le pressioni della Repubblica islamica, la lettura sia stata un’àncora di salvezza per lei e per i suoi studenti. Una testimonianza di coraggio, di tenacia e di fiducia verso la letteratura.

Due di due di Andrea De Carlo

Ho scoperto questo romanzo tanti anni fa, per caso e la storia di Mario e Guido mi è rimasta nel cuore. Il romanzo di De Carlo si concentra sul periodo dell’adolescenza ed il difficile passaggio al mondo degli adulti con dei personaggi unici. Mi piacerebbe rileggerlo anche se, devo ammettere di avere un po’ di timore ad avvicinarmi a un libro così dopo anni.

Cecità di José Saramago

Saramago - autori che vorrei approfondire nel 2021

Prima di leggerlo non avrei mai pensato di poterlo inserire in una lista del genere. Era una delle mie (tante) paure letterarie e invece eccolo qui. Uno di quei libri che difficilmente si dimenticano. Un libro originale (e non solo nella scrittura) inquietante ma anche, purtroppo, molto attuale.

Non mi sono dilungata visto che sono libri di cui parlo spesso (e molto volentieri). Quali sono i vostri 5 libri preferiti?

Prossimi appuntamenti:

 Ogni settimana proporremo una lista di 5 “cose”: 5 libri, 5 film, serie tv, personaggi, attori ecc ecc. A proporlo non saremo soltanto noi perché invitiamo anche voi a prendere parte attiva nella rubrica, iscrivendovi al gruppo facebook “Blogger: 5 cose che… Per altre informazioni vi rimandiamo al post di presentazione che potete trovare QUI
0 Condivisioni

2 commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *